«L’ospedale al collasso, vicina la mobilitazione»


di Sebastiano DepperuwBERCHIDDASarà un fine settimana importante per Berchidda. Sabato e domenica, infatti, ritorna la manifestazione natalizia “Notte de Chelu”, arrivata a contare la sua edizione numero 8. L’evento, organizzato dalla Pro Loco di Berchidda in collaborazione con il Comune di Berchidda, è previsto anche per il prossimo fine settimana (18 e 19 dicembre), con un appuntamento finale il 6 gennaio, giorno dell’Epifania. I rioni del paese ai piedi del monte Limbara sono già al lavoro per creare i presepi originali. Anche per l’ottava edizione, quella targata 2021, il menù sarà ricco di offerte enogastronomiche locali oltre all’immancabile apporto musicale con le canzoni natalizie di Pietro Casu. Avranno un grande risalto anche gli eventi collaterali, che spazieranno dai laboratori artigianali a quelli alimentari, senza dimenticare le attività dedicate ai bambini. La manifestazione di Natale, dunque, si svolgerà nel pieno rispetto delle regole vigenti anti Covid. «L’ottava edizione di Notte de Chelu – commentano dal direttivo della Pro Loco di Berchidda – sarà aperta al mondo, aperta al prossimo, agli altri, al diverso da noi. Capaci di riprenderci i nostri spazi e i nostri contatti con una nuova consapevolezza e con una grande voglia di accoglienza e solidarietà. La nuova edizione di Notte de Chelu riapre, dunque, le porte del paese e dell’ospitalità natalizia ai visitatori dopo un periodo di stop imposto purtroppo dalla pandemia da Covid-19». Il primo cittadino, Andrea Nieddu, da padrone di casa, si augura che la laboriosità e la creatività di tutti i quartieri possano caratterizzare il rinnovo di una rappresentazione delle festività natalizie all’insegna della coesione sociale e di una ottima offerta turistica. E gli eventi di stagione, come quello di Natale, richiamo sempre tanta gente in paese. di Giuseppe PulinawTEMPIONon è da escludere nei prossimi giorni una mobilitazione popolare in favore dell’ospedale “Paolo Dettori”. A farlo intendere è il consigliere regionale pentastellato, Roberto Li Gioi, che ha presentato al governatore Solinas un’interrogazione che ha come oggetto lo stato dell’ospedale tempiese. «Il Paolo Dettori – dichiara Li Gioi – a causa di un inesorabile processo di impoverimento della pianta organica, non è più autosufficiente. Il grido d’aiuto di medici e sanitari impegnati in prima linea per garantire l’operatività della struttura, stavolta, è arrivato all’opinione pubblica per voce dei rappresentanti sindacali». Tramite questi l’appello è poi rimbombato a Cagliari. Nella sua interrogazione, Li Gioi elenca le tante problematicità dell’ospedale. «Le sale operatorie del presidio tempiese sembra siano attualmente chiuse da una settimana, mentre l’unico medico cardiologo in servizio sarebbe costretto a fare i salti mortali, garantendo settimanalmente anche un turno notturno nel reparto di Medicina». Solo Ortopedia starebbe, in effetti, continuando con un intervento alla settimana. «Al laboratorio analisi invece – prosegue l’interrogazione – è impiegato un solo addetto, che oltre a dover fare i prelievi deve occuparsi anche del caricamento dei dati al computer. Sono solo alcune delle innumerevoli criticità denunciate dai cittadini, che hanno proposto l’organizzazione di una manifestazione di piazza per denunciare la gravissima situazione di sofferenza in cui versa l’ospedale». Se così fosse, Li Gioi sarebbe al loro fianco. «Le condizioni della struttura, già critiche, risultano peggiorate rispetto a inizio 2021, al punto che la grave situazione in cui versa l’ospedale tempiese è stata denunciata di recente anche da sindacalisti e da cittadini». Il consigliere Cinque Stelle si riferisce all’intervento sulla stampa del rappresentante della Cgil Medici, Giorgio Chiarelli, che ha reso pubblico l’enorme disagio in cui si trovano tutti gli operatori del “Paolo Dettori”, tanto da aver dichiarato che se la situazione non dovesse migliorare, occorrerebbe avere il coraggio di chiudere l’ospedale e trasferire armi e bagagli a Olbia. Una proposta forse provocatoria che dimostra quanto alto sia il livello di esasperazione raggiunto. Non c’è medico dell’ospedale tempiese che non si dica provato e sfiduciato per quanto sta accadendo. Molti di loro potrebbero presto trovarsi al fianco di sindacalisti, politici e cittadini quando la rabbia da più parti manifestata confluirà in un generale momento di protesta. E cioè in quella manifestazione di piazza cui accenna Li Gioi con le sue parole.

09 dicembre 2021 sez.

Source

“https://ricerca.gelocal.it/lanuovasardegna/archivio/lanuovasardegna/2021/12/09/nazionale-l-ospedale-al-collasso-vicina-la-mobilitazione-40.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

<

p style=”text-align: center”>La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 Bed & Breakfast Sassari

Prenota Ora o richiedi informazioni

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: